Archivi del mese: Novembre 2016

Si continuano a ricevere notizie su aggressioni a medici e infermieri da parte di utenza inferocita.

Più volte al PS dell’ospedale Vittorio Emanuele di Catania si sono registrati episodi di violenza ai danni del personale sanitario. Ogni evento suscita clamore a seguito di qualche articolo. Gente indignata, commenta al bar o a lavoro l’accaduto. Si schierano da una parte o dall’altra. Chi critica l’operato dei sanitari, che hanno solo la colpa di lavorare in un complesso meccanismo quale può essere la nostra sanità. Chi li difende, comprendendo i “miracoli” che vengono compiuti lavorando sottorganico e in strutture concepite per un affluenza 5 volte inferiore a quella servita. Continua a leggere

Scarica versione stampabile Concorso

Bur n. 110 del 18 novembre 2016

 

AZIENDA ULSS N. 10, VENETO ORIENTALE

Concorso pubblico, per titoli ed esami (ed eventuale preselezione), per la copertura di n. 10 posti di collaboratore professionale sanitario infermiere (cat. d).

In esecuzione della deliberazione del direttore generale n. 801 del 7 ottobre 2016 è indetto concorso pubblico, per titoli ed esami (ed eventuale preselezione), per la copertura di n. 10 posti di collaboratore professionale sanitario infermiere (cat. D). Continua a leggere

Articolo di Elsa Frogioni da: www.infermieristicamente.it

Siamo in scadenza, oltre 80.000 (fonte Senato) e 151.378 (fonte Dipartimento della funzione pubblica) di persone idonee in graduatorie di pubblico concorso per assunzioni a tempo indeterminato, che al 31 dicembre 2016 rischiano di veder cessare la loro validità.Il dibattito politico è acceso, il Ministro Madia si è impegnato ad approvare un emendamento alla Legge di Stabilità 2017 che proroghi le graduatorie dei concorsi pubblici, sino al 31 dicembre 2017.

Continua a leggere

Articolo di   Salvatore Tirendi : Direttivo Territoriale Nursind Catania

La Sicilia di giorno 17 Novembre 2016

Non c’è pace per l’ospedale di Bronte, dopo le vicissitudini che l’hanno visto protagonista con il punto nascite all’inizio 2016, prima con la chiusura, è poi la successiva riapertura “a termine” in quanto come  prevede la normativa dovrebbe raggiungere i 500 parti l’anno, in un territorio dalle diverse problematiche, principalmente di viabilità, soprattutto nei periodi invernali, adesso si aggiunge anche la chiusura dell’ambulatorio di Urologia di Bronte. Continua a leggere

Non è la terra a tremare, ma il settore dialisi. Ai domiciliari imprenditori e sanitari tra cui anche un infermiere catanese.

Con l’operazione Bloody Money la Guardia di Finanza ipotizza di aver smascherato uno scellerato giro d’affari costruito sulla pelle di deboli dializzati. Da una parte troviamo imprenditori pronti ad incassare quanto più possibile, dall’altra sanitari che si sono lasciati corrompere. Un episodio che sviscera la completa mancanza di etica e professionalità. I sanitari, (dirigenti medici del Garibaldi e del OVE) invitavano i dializzati a scegliere le strutture private, proprietà dei corruttori, facendo leva sulla più grande debolezza che un qualsiasi malato ha, la ricerca della cura migliore. I sanitari corrotti, spiegavano ai malcapitati di potere ricevere cure adeguate solo se si fossero rivolti alle strutture private da loro indicate. Continua a leggere

 

Che dire, un triste l’avevo già detto qualche mese fa è troppo  scontato. A forza di proroghe nella Regione del “stiamo lavorando per voi” non si trova soluzione di equa giustizia, ma pezze per tappare buchi. Si gioca a prendere tempo; da un lato sono felici i precari che continuano a lavorare anche se senza certezza; dall’altro chi da anni é  bloccato fuori dall’Isola vede svanire ancora una volta il sogno di tornare nella propria terra. Il solito pasticcio alla siciliana. Cucinato pure come se fosse una mezza vittoria.  

Continua a leggere

Riceviamo e pubblichiamo la lettera della collega Claudia Zappalà, ex dipendente di Villa Flaminia, struttura privata che ha operato il licenziamento tutti gli infermieri in servizio ai sensi della legge 223/91. Nonostante la chiusura e la drammaticità della vertenza, sentiamo il dovere di ringraziare quanti hanno riposto in noi la loro fiducia in un’evoluzione della vicenda tutt’altro che scontata. Continua a leggere

Al Policlinico Vittorio Emanuele di Catania, come in tutte le aziende ospedaliere, gli infermieri possono svolgere attività retribuita, al di fuori dell’orario di lavoro istituzionale, di supporto all’attività libero professionale intramoenia (ALPI).

L’ALPI è disciplinata da un regolamento che fino a pochi anni fa prevedeva un Organismo Paritetico composta da componenti sia delle organizzazioni sindacali dei medici che del personale del comparto. Era prevista infatti la presenza di due componenti designati dalla RSU. Continua a leggere

In un video emozionante di 5 minuti il significato e il senso di una professione dalle mille contraddizioni, ma pur sempre una delle professioni più belle del mondo.  Infermieri sospesi tra la vita e la morte vivono i drammi le le vicissitudini dei loro pazienti e familiari. La fortuna di “Essere” Infermiere è quella di poter vivere la propria esistenza “vivendo” migliaia di vite, migliaia di storie  coglierne gli aspetti più intimi; perché “Aiutare” dopo il verbo “Amare” è il più bel verbo del mondo.  

Una vita vita trascorsa senza mai fare nulla per gli altri è una vita che non è stata mai pienamente vissuta.

Salvatore Vaccaro

 

Viterbo. Un’anziana signora morì per una piaga da decubito non adeguatamente trattata, il figlio decide di rivolgersi alla Corte dei Conti per avere giustizia.

I Fatti

Bassano Romano. Vittorina Nicodemi, una signora di 84 anni, invalida al cento per cento, nel novembre del 2011, fu affidata al servizio di assistenza domiciliare(ADI), per il trattamento di una piaga da decubito incipiente, sita al tallone destro. L’ ADI in questione faceva capo alla Asl di Viterbo, e l’equipe di sanitari a cui la donna era stata affidata, era guidata dal medico di base. Continua a leggere

Articoli in evidenza

Mancano i reagenti per fare i test ai sospetti per Coronavirus. Al Garibaldi Centro Vengono comunque effettuati.

“A seguito della mancata fornitura di reagenti per la diagnosi di Covid-19 i campioni pervenuti a questo laboratorio verranno conservati a temperatura controllata”. È quanto si legge in una comunicazione a firma del direttore del laboratorio centralizzato analisi del Policlinico di ...

Continua a leggere

CORONAVIRUS: RICHIESTA MISURE STRAORDINARIE URGENTI A SOSTEGNO DEL PERSONALE INFERMIERISTICO , OPERATORI SANITARI E TECNICI

Per l'ennesima volta nell'ultimo periodo abbiamo segnalato alle istituzioni tutte le criticità a cui stiamo andando incontro TUTTI gli operatori impegnati durante l'emergenza legata al coronavirus, senza ottenere risposte sufficienti a tutelare la salute dei colleghi. Auspichiamo un confronto serio ...

Continua a leggere

ARNAS GARIBALDI VS COROVAVIRUS : 3 - 0 tre guariti e dimessi

Dopo l'individuazione dell'Assessorato dell’A.R.N.A.S. Garibaldi  come azienda  centro COVID19-dedicato, con i suoi 20 posti letto di Rianimazione  adulti ,  2 posti letto Rianimazione Pediatrica,  lo spostamento della Pneumologia al Centro, l'ampliamento delle malattie infettive, il percorso per le donne gravide, ...

Continua a leggere

Il triste balletto delle mascherine

Sono lontani i tempi in cui si era abituati agli scontri fra destra e sinistra, processi e prescrizione, MES, talk-show, social-accuse e dirette da spiaggia. Da giorni ormai, alla stessa ora assistiamo con la doverosa apprensione ad un unico e ...

Continua a leggere

Emergenza Coronavirus Sicilia: OK a richiesta NurSind, tamponi a tutti gli Operatori Sanitari

"Avevamo richiesto per tutti gli operatori sanitari, Sia come coordinamento regionale che come segreteria territoriale tamponi a tutti i sanitari al fine di dare ulteriore forza alle misure di contenimento.  Siamo soddisfatti che, anche se in ritardo tutti i sanitari ...

Continua a leggere

CORONAVIRUS: le regole per il congedo parentale di 15 giorni. Tridico: “Circolare Inps in arrivo, intanto chiedetelo all’azienda”

Appena arriverà la circolare il congedo chiesto sarà tramutato in quello straordinario, con il pagamento dell’indennità pari al 50% della retribuzione (per i collaboratori 50% del reddito giornaliero per i giorni chiesti) e la copertura della contribuzione figurativa. Sarà retroattivo ...

Continua a leggere

COVID19 - emergenza contagio del personale sanitario. Il NurSind chiede alla Prefettura la requisizione di strutture alberghiere

"Applicazione dell'art.6 del decreto 18/2020 Cura Italia che prevede la requisizione di strutture alberghiere." E' questo quello che chiede il Sindacato Nursind all'Autorità Prefettizia ed al Sindaco di Catania per dar modo agli operatori sanitari (infermieri, medici, tecnici sanitari e OSS) ...

Continua a leggere

Pagina Facebook
Contatore visite
  • 721620Totale letture:
  • 500234Totale visitatori:
  • 36Oggi:
  • 1Utenti attualmente in linea: