image_pdfimage_print

Archivi del mese: Ottobre 2018

Il 25/26 e 27 ottobre  a Torino si è svolto il  VII  congresso nazionale del sindacato infermieristico Nursind.

Attraverso il voto dei 315 delegati provenienti da tutto il territorio nazionale si sono rinnovati gli organi statutari nazionali.

Sono stati eletti alla direzione nazionale: Andrea Bottega di Vicenza (segretario nazionale), Daniele Carbocci di Pisa (segretario amministrativo nazionale), Salvatore Vaccaro di Catania (Vicesegretario nazionale), Romina Iannuzzi di Avellino (Responsabile nazionale per la sanità privata), Stefano Barone di Roma, Donato Cosi di Monza, Amerio Roberto di Torino, Fausta Agostina Pileri di Sassari, Gianluca Altavilla di Pordenone. Su nove componenti, cinque sono di prima nomina. Sono stati eletti i revisori dei conti: Ignazio Curto di Caltanissetta, Maurizio Pelosi di Ascoli-Fermo, Falcone Matteo di Foggia. Infine, per il collegio dei probiviri sono stati eletti: Massimo Latella di Messina, Claudio Cullurà di Arezzo, Di Lalla Flavia Loredana di Pisa. Continua a leggere

Dall’11 al 13 Ottobre u.s., presso il Grand Hotel Baia Verde di Aci Castello, si è tenuto il 3° Congresso Nazionale della AMGe (Associazione Multidisciplinare di Geriatria). Una discussione di alto profilo che ha coinvolto specialisti da tutta Italia; articolato in cinque sessioni, con all’interno corsi teorico-pratico, il Congresso ha affrontato tematiche varie e trasversali, dissertando principalmente sulla epidemiologia dell’invecchiamento e le strategie preventive da adottare per avanzare in età con “successo”.

Continua a leggere

Ridotta dal 25% al 5% la quota del Fondo produttività

a favore della Direzione del Cannizzaro per i Progetti Obiettivo

A seguito della forte e incisiva azione del NurSind, in merito alla questione dei Fondi contrattuali, in data 17/10/2018, l’azienda Cannizzaro ha convocato le OO.SS. per discutere la programmazione e gestione del Fondo della Produttività del Personale di Comparto relativi al 2018 e 2019.

Già da molti anni, la Direzione Generale dell’azienda Cannizzaro ha avuto la possibilità, concordata a suo tempo, con le OO.SS. tranne il NurSind, di poter prelevare una quota pari al 20% del Fondo della Produttività per l’istituzione di “Progetti Aziendali” che rivestissero carattere strategico, al fine di migliorare la qualità dei servizi erogati.

Come NurSind, da tempo abbiamo chiesto la riduzione e ridefinizione di tale quota, perchè a ben vedere, le somme impiegate negli anni a finanziare progetti aziendali di vario genere, non rispondesse in alcun modo alle finalità di valenza strategica così come previsto. NurSind ha contestato in più occasioni questa logica di gestione e finanziamento di “Progetti per pochi intimi” dei soldi dei lavoratori che hanno trovato la loro allocazione in una programmazione alquanto discutibile.

Nel merito della Delegazione Trattante, si è registrato il voto unanime della parte sindacale presente, a favore della ridefinizione della quota a disposizione della Direzione Generale pari al 5% del Fondo, inoltre la parte pubblica rappresentata dalla D.ssa D’Ippolito in qualità di Direttore Generale pro-tempore attraverso il Direttore Sanitario dott. Giuffrida, hanno ribadito quanto già comunicato in una precedente nota, ossia che l’Azienda per il 2018 si farà carico di riversare 100.000 euro dal fondo di pertinenza per finanziare i progetti già in corso.

Per quanto concerne l’utilizzo del Fondo relativo al 2017, NurSind vuole vederci chiaro, pertanto, si riserva di completare la disamina degli Atti per una attenta verifica sostanziale.

Stante la ridefinizione della quota del 5%, e il rimpinguo del Fondo, possiamo stimare che nel 2019 ai Lavoratori potrà essere corrisposta una somma che varia dai 150 ai 250 euro pro-capite.

Crediamo fermamente che, un Sindacato in materie come i Fondi contrattuali e delle relative somme destinate il personale, abbia il fermo dovere di richiedere massima trasparenza in tutte le fasi, dalla costituzione al consolidamento degli stessi, fino alla loro gestione e destinazione d’uso.

E’ altrettanto ferma convinzione che la strada maestra da seguire, sia quella di nuove assunzioni di personale, e in attesa di rimodulare le nuove dotazioni organiche per il prossimo triennio, NurSind continuerà a vigilare, anche da sola, come ha sempre fatto in questi anni, affinché non si instaurino distorsioni circa l’utilizzo dei soldi dei Lavoratori, e che la produttività e l’incentivazione ricada sul personale che si prodiga quotidianamente in maniera straordinaria a garantire i servizi all’utenza.

Salvatore Vaccaro: “prendiamo atto con soddisfazione della volontà, anche degli altri sindacati, di far rientrare entro limiti ragionevoli la quota di produttività riservata al direttore generale al fine di riconoscere una quota parte più cospicua a tutti i lavoratori. E’ altrettanto chiaro che il tutto deve essere commisurato con le valutazioni individuali all’interno delle U.O. e dalle assenze dal servizio a vario titolo, ma la quota teorica è certamente più alta, di conseguenza la quota procapite sarà più elevata.”

La Segreteria Aziendale NurSind Cannizzaro

 

Il prossimo 18 novembre il “Pronto soccorso” del “Policlinico” in via Santa Sofia aprirà i battenti, mentre il 31 marzo del 2019 saranno completati i lavori dell’ospedale “San Marco” di Librino.

L’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza si è chiaramente esposto segnando una data storica che vedrà il pensionamento dell’ormai vetusto PS del Vittorio Emanuele  e l’apertura di una struttura che dovrà rappresentare un pilastro della sanità catanese e che è stata al centro di molte polemiche nei giorni scorsi.

«Il Pronto soccorso del “Policlinico” sarà uno dei centri dell’emergenza più all’avanguardia del Sud Italia – ha precisato l’assessore Razza -. Un lavoro enorme, una grande sfida per la città e per tutto il sistema sanitario regionale che diventa così più moderno con maggiori servizi per gli utenti. 

Anche il rettore Francesco Basile dell’Università di Catania ha “rafforzato” evidenziando come il “Policlinico” stia «diventando sempre più un centro d’avanguardia grazie anche ai trasferimenti dei diversi reparti, ultimo quello della Clinica chirurgica dall’ospedale “Vittorio Emanuele” al Padiglione 8 del Policlinico in locali nuovi, già funzionali dal 1° settembre con tre sale operatorie attive».

Da parte sua la direzione strategica si sta adoperando molto e speditamente per garantire che all’apertura gli inevitabili disagi siano ridotti al minimo. Diversi incontri sindacali hanno chiaramente indicato la volontà diffusa di collaborare  verso un’obiettivo di grande valore per la sanità Catanese.

Certo ci sono molte incognite  e nodi da sciogliere per noi imporntati come la questione del personale Infermieristico per cui le nostre pressioni sono state continue; nondimeno non possiamo non rilevare da questo punto di vista l’atteggiamento di cooperazione da parte della direzione al fine di colmare le lacune d’organico nelle unità operative di emergenza urgenza. 

La segreteria Aziendale Nursind ribadisce: “l’assessore Razza qualche settimana fa ha manifestato la volontà di ascoltare anche i sindacati. Ma se per sindacati intende quelli solitamente ammaestrati che si ritrova apparecchiati nei tavoli istituzionali, vuol dire che non intende avere una prospettiva reale della situazione del personale nelle strutture sanitarie della sicilia. Dovrebbe l’assessore interpellare le Organizzazioni Sindacali “sul campo” che ogni giorno lavorano con 1000 difficoltà subendo l’atteggiamento di indifferenza delle direzioni aziendali. Allora si che si farebbe una idea corretta della situazione.”

Anche l’apertura dell’Ospedale San Marco Prevista  in tempi brevi avrà comunque bisogno di nuovo personale da impegnare nelle vecchie e nuove unità operative. E’ nostra intenzione comunque sollecitare l’amministrazione in maniera proattiva in modo da evitare il verificarsi dei disagi che hanno investito il padiglione 8 del policlinico che racchiude il Centro di Alta Specializzazione e Trapianti destinato a essere fulcro operativo di importati attività di studio e sanitarie. Insomma il glorioso Vittorio Emanuele ormai è destinato alla dismissione, ma considerato che riveste ancora un ruolo importante chiediamo che non sia abbandonato dalla politica.

Gli RSU Aziendali Nursind  Policlinico Vittorio Emanuele

Marco di Bartolo – Benito Caltabiano – Aurelio Carusotto – Maria Grazia Consoli – Giuseppe Ippolito – Salvatore Vaccaro – Gisella Vecchio

 

Anche se a distanza di qualche mese, con nota datata 11 ottobre 2018, l’Assessorato chiede spiegazioni alla Direzione Generale del Policlinico Vittorio Emanuele di Catania riguardo alle  pesanti segnalazioni da parte del Segretario Aziendale NurSind Marco Di Bartolo in merito ai pesanti disagi subiti  quest’estate in diversi reparti del Padiglione 8 del Presidio di Via Santa Sofia .

Ma facciamo un passo indietro.

A fine agosto il Segretario Aziendale del Nursind al Policlinico di Catania Marco Di Bartolo informa l’Assessorato Salute della Regione Sicilia sulla “scottante” storia che da giugno riguarda il guasto (o per meglio dire il mancato funzionamento) degli impianti di climatizzazione del nuovissimo padiglione 8 del Presidio Rodolico di Via Santa Sofia.

Per 3 mesi i sanitari del Rodolico hanno lavorato in condizioni disumane. In sostanza il Di Bartolo chiedeva conto e ragione del fatto che in un complesso nuovissimo e da poco collaudato gli impianti di climatizzazione fossero guasti o peggio ancora inadeguati.

La risposta, che per la verità si è fatta attendere un pochino, ci rende al corrente della richiesta di chiarimenti all’Amministrazione del Policlinico da parte dell’Assessorato. Siamo soddisfatti che la questione probabilmente non sarà insabbiata (e noi ci impegneremo affinchè non lo sia). Esigiamo che i responsabili di quanto accaduto rispondano alle autorità competenti e che il tutto non passi  in cavalleria

Peccato che analoga segnalazione era stata fatta anche all’Ufficio Anticorruzione della stessa azienda ottenendo come risposta un’ imbarazzante silenzio. Peraltro da quest’ultimo ufficio che solo pochi mesi fa tapezzava gli ambienti dell’ospedale con locandine che inneggiavano alla lotta corruzione, visti i recenti trascorsi, non ci aspettiamo ormai più di tanto.

 

Comunichiamo che in data 16/10/2018 l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro ha proceduto allo scorrimento delle graduatorie del concorso di bacino orientale per Infermiere per le Province di Catania, Messina e Siracusa. 

Continua a leggere

Dopo anni  di denunce e ricorsi in Tribunale FINALMENTE l’A.R.N.A.S. Garibaldi ha riconosciuto il c.d.”tempo tuta” a tutti i lavoratori turnisti a seguito della richiesta della Segreteria Aziendale NURSIND con protocollo n°11733 del 02/07/2018 di uniformarsi a quanto previsto dal vigente CCNL comparto Sanità , infatti a partire dal mese di ottobre c.a. nei cartellini si troveranno conteggiati i 15 minuti(in uscita) previsti dall’art. 27. Continua a leggere

All’Ospedale Garibaldi di Catania nel  presidio di Piazza Santa Maria di Gesù è stato inaugurato il  posto di Polizia, è vicino al pronto soccorso ed  è  operativo 24 ore su 24.  Un altro tassello per la sicurezza di Infermieri, Medici ed operatori sanitari.  Presenti all’inaugurazione il Questore Alberto Francini, l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, quello del Comune, Giuseppe Arcidiacono, il Commissario Straordinario dell’azienda, Giorgio Santonocito ed il Direttore Amministrativo Giovanni Annino. Continua a leggere

IL CONTRATTO E I SUOI TRANELLI

Questo rinnovo contrattuale è caratterizzato da una situazione di risorse economiche scarse e da riforme che negli ultimi anni hanno inciso profondamente la disciplina del pubblico impiego. Il rinnovo contrattuale dovrebbe rappresentare quel strumento di valorizzazione della professione infermieristica dopo anni di mancato rinnovo, di blocco delle assunzioni, Continua a leggere

Abbiamo il piacere di comunicare a tutti gli associati che la Segreteria Territoriale Nursind Catania ha stipulato apposita convenzione  convenzione con  Avvocati Giurislavoristi e Penalisti al fine di aumentare le tutele legali e sindacali nella volontà di dare un servizio migliore ai nostri iscritti.  Continua a leggere

Articoli in evidenza

INCENTIVAZIONE E PROGETTI: NurSind diffida l'ARNAS Garibaldi

La Segreteria Aziendale NurSind DIFFIDA tramite i nostri legali l'A.R.N.A.S. Garibaldi in merito al mancato pagamento dell'incentivazione e dei progetti obiettivi, utilizzati per  garantire  l'assistenza ai pazienti ed assicurare le ferie estive agli infermieri, vista la carenza di personale. La rottura ...

Continua a leggere

ULTIMA EDIZIONE CORSO ECM “ASPETTI CLINICI E TEORICO PRATICI DELL’EMOGASANALISI (EGA): UNA PROCEDURA NON SOLO MEDICA”

Cari colleghi abbiamo il piacere di comunicarvi che il 18 ottobre 2019 la segreteria Nursind Catania organizzerà a Biancavilla(CT) ULTIMA Edizione del corso ECM “ASPETTI CLINICI E TEORICO PRATICI DELL’EMOGASANALISI (EGA): UNA PROCEDURA NON SOLO MEDICA”. Pertanto chi fosse interessato può procedere all’iscrizione ...

Continua a leggere

Ospedale San Marco di Catania - La parola ai lavoratori in Assemblea - 18 settembre ore 14.30

Il 18 settembre dalle 14.30 alle 16.30 nella Hall dell' ingresso edificio B   i lavoratori sanitari, tecnici ed amministrativi si riuniranno in assemblea indetta dal Nursind.     Un presidio il San Marco che, nonostante gli sforzi dell' Amministrazione del Policlinico di Catania ...

Continua a leggere

ASSEMBLEA SINDACALE AL CANNIZZARO

Si da voce agli infermieri del Cannizzaro. Il NurSind in prima linea per comprendere le difficoltà e concordare un'azione condivisa con i lavoratori per risolvere le criticità lavorative e assistenziali. Oggi 11/09/19 nella sala riunioni dell'edificio D dell'A.O. Cannizzaro di Catania, ...

Continua a leggere

Signor Ministro, ecco le problematiche che affliggono i lavoratori. Punto per punto cosa non è più rinviabile

di Emilio Benincasa Con la nascita di un nuovo Governo, si è finalmente superata una crisi politica anomala, e forse unica della storia del nostro Paese. All'inizio del mese di agosto, dopo 14 mesi di legislatura scaturita da un "contratto"  tra ...

Continua a leggere

Ausiliari e Socio Sanitari esternalizzati al Policlinico di Catania - Figli di una Sanità Minore

Un nutrito gruppo di lavoratori “esternalizzati”  del policlinico di Catania (ausiliari e socio sanitari)  nelle passate giornate d’agosto hanno manifestato davanti l’ingresso dell’ospedale. Al di là delle motivazioni sulla cui legittimità ognuno può esprimere liberamente la propria opinione, si ritiene ...

Continua a leggere

AMO IL MIO LAVORO: ECCO PERCHE'

La lettera di una studentessa in infermieristica, in cui prova a raccontare la sua esperienza da un punto di vista diverso, con gli occhi di chi come me ama questa professione ed ha scelto fare ciò che piace. Questo è ...

Continua a leggere

Contatore visite
  • 588846Totale letture:
  • 387444Totale visitatori:
  • 9Oggi:
  • 0Utenti attualmente in linea: