COVID: Crescono i contagi anche in SICILIA, “Siamo Veramente Nella Quarta Ondata ?”

In Sicilia, nelle ultime settimane di luglio, si registra una performance in netto peggioramento per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (175) e si evidenzia un aumento dei nuovi casi (33,2%) . Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica e terapia intensiva occupati da pazienti Covid-19.

E’ quanto emerge dal monitoraggio della Fondazione Gimbe nella settimana che ci ha preceduto. Queste le province che presentano oltre 50 nuovi casi per 100.000 abitanti nell’ultima settimana: Agrigento (128), Caltanissetta (272), Enna (79), Ragusa (193), Siracusa (53), Trapani (57).

La popolazione che ha completato il ciclo vaccinale in Sicilia è pari 48,2% (media Italia 52,3%) a cui aggiungere un ulteriore 9,3% (media Italia 11,3%) solo con prima dose. Gli over 80 che hanno completato il ciclo vaccinale sono il 79,9% (media Italia 92%) a cui aggiungere un ulteriore 3,8% (media Italia 2,7%) solo con prima dose.

La popolazione 70-79 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari a 75,9% (media Italia 84,5%) a cui aggiungere un ulteriore 5,9% (media Italia 4,7%) solo con prima dose. Quella nella fascia di età 60-69 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari a 68,9% (media Italia 74,6%) a cui aggiungere un ulteriore 8% (media Italia 9,5%) solo con prima dose. La popolazione over 60 che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari a 19,9% (media Italia 11,5%). Quella nella fascia di età 12-19 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari a 65,9% (media Italia 68,5%).

Anche in tutta Italia dai casi ai decessi, passando per i ricoveri, cresce l’epidemia e “di fatto siamo entrati nella 4/a ondata“. Dopo 15 settimane di calo, tornano a salire le vittime: 111 nell’ultima settimana, sono state il 46% in più rispetto ai 76 della settimana precedente.

Sul territorio Catanese i posti di terapia intensiva occupati raggiungono a d oggi livelli minimi nonostante l’aumento repentino dei casi. I posti complessivi Covid rimangono ampiamente sotto soglia e interi reparti sono vuoti. 

Nonostante i dati tutto sommato positivi, non dobbiamo abbassare la guardia. E’ comunque necessario continuare a fare educazione sulla necessità di mantenere il distanziamento sociale, l’utilizzo in ogni luogo delle mascherine(anche col caldo!) e la continua igiene delle mani che risulta fattore determinate alla circolazione del virus. La battaglia purtroppo è tutt’altro che conclusa e le varianti rappresentano un problema non di poco conto. Un sistema sanitario efficiente è in grado di mantenere un economia forte. A beneficio di Tutti.

La segreteria Territoriale Nursind Catania

 
The following two tabs change content below.

Salvo Vaccaro

Segretario Provinciale NurSind Catania - Componente Direzione Nazionale NurSind. Da 20 anni impegnato nella tutela e valorizzazione della professione e dei professionisti infermieri. "L'amore per la professione mi ha spinto sui passi dell'autorappresentanza"
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *