Altra Importante Vittoria del Nursind e degli infermieri dell’ARNAS Garibaldi di Catania

E’ con piena soddisfazione che comunichiamo l’importantissima, ed ennesima, Vittoria anche in appello targata NURSIND CATANIA.
Rigettato l’appello dell’ARNAS!!La Corte di Appello di Catania – Sezione Lavoro, nella persona del Giudice Relatore dott. ssa Parisi, con sentenza n. 131/2021 resa a definizione del giudizio iscritto al n. 230/2018, aderendo pienamente alle difese spiegate dagli Avvocati NELLA PICCIONE e ANTONELLA GRASSO ha contestato la tesi dell’Azienda e confermato in toto la sentenza di primo grado n. 291/2018, con la quale è stato riconosciuto in capo ad un gruppo di infermieri, capitanato dal segretario Aziendale dott. Vincenzo Neri, il diritto alla retribuzione del tempo impiegato per la vestizione meglio noto come “Tempo tuta”.
Con tale pronuncia la Corte di Appello di Catania entra per la prima volta a fare parte del gruppo delle Corti di Appello che riconoscono il diritto dei lavoratori alla retribuzione del cambio tuta.

Premesso che, già nel 2012 questa Segreteria era riuscita a fare inserire il tempo di vestizione/svestizione in contrattazione decentrata, ma era stata clamorosamente boicottata da TUTTE  le altre sigle sindacali presenti in azienda rendendo vano il duro lavoro svolto al fine del riconoscimento di questo DIRITTO. 

Pertanto, fummo obbligati a ricorrere alle vie legali e nel 2018 giunse la sentenza di primo grado che decretava la VITTORIA degli infermieri ricorrenti e di Nursind Catania. L’Azienda Ospedaliera Garibaldi invece che pagare il dovuto, decide ostinatamente di ricorrere in appello. 

Sulla odierna VITTORIA gli Avvocati NELLA PICCIONE e ANTONELLA GRASSO dichiarano: Per noi è un cerchio che si chiude soprattutto in considerazione del fatto che la sentenza definisce il PRIMO RICORSO da noi avviato nel lontano 2011. Non possiamo che ritenerci soddisfatte sia dell’ennesimo risultato positivo ottenuto, sancendo questa vittoria il riconoscimento di un diritto in cui abbiamo sempre creduto, ancora prima che si consolidasse l’orientamento della Suprema Corte di Cassazione, sia perché anche la giurisprudenza Catanese di secondo grado sembra finalmente uniformarsi all’orientamento delle altre Corti di Appello e che, auspichiamo, sia la prima di tante altre pronunce.

Ebbene, oggi dopo ben 11 anni dall’inizio della vertenza, viene sancita una vittoria che traccia un solco importantissimo dimostrando quello che già sostenevamo nel 2010, il diritto alla retribuzione per il tempo impiegato, occorrente ad indossare e dismettere i prescritti indumenti di lavoro e rilascio delle consegne professionali, all’inizio e alla fine del turno di servizio, nella misura di 20 minuti per turno. 

Tale diritto discusso ed inserito oggi nel Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro nella misura di 15’ grazie al duro ed incessante lavoro fatto dalla Segreteria Nazionale NurSind, osteggiato per tanto tempo da tutte le altre sigle sindacali, le quali oggi, furbescamente ne reclamano la vittoria.

Grande soddisfazione per la Segreteria Aziendale NurSind ARNAS Garibaldi che si è spesa in questa battaglia legale con il sostegno della Segreteria Territoriale di Catania guidata dal dott. Salvatore Vaccaro che fiduciosi di vincere hanno investito moltissimo in questo ricorso. 

Adesso l’azienda deve decidere cosa fare. Pagare i dipendenti a fronte di una vittoria schiacciante o continuare il contenzioso?

Vi terremo aggiornati e come sempre saremo vicini ai lavoratori nelle loro battaglie.

Segreteria Territoriale NurSind Catania

dott. Vincenzo Neri

The following two tabs change content below.

Vincenzo Neri

Segretario Aziendale NurSind Garibaldi - Componente Direttivo Provinciale - Revisore dei Conti NurSind Nazionale - Infermiere con esperienza ventennale in Area Critica. La consapevolezza del nostro ruolo, la conoscenza delle norme, l'aggiornamento professionale e la passione per la nostra amata professione mi spingono a dare il mio contributo alla categoria.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *