Sono lontani i tempi in cui si era abituati agli scontri fra destra e sinistra, processi e prescrizione, MES, talk-show, social-accuse e dirette da spiaggia. Da giorni ormai, alla stessa ora assistiamo con la doverosa apprensione ad un unico e doloroso spettacolo fatto sulle cifre del contagio, dei guariti e dei deceduti dovuti al covid-19. Purtroppo questo serio e rigoroso spettacolo, viene reso ridicolo dal duo B&B (Boccia-Borrelli) allorquando decidono di mettere in scena il triste balletto delle mascherine.

Forse sorridere, potrebbe anche essere utile, ma miei cari B&B, le mascherine sono cosa seria, sono acqua vitale per il personale sanitario, e fare della ironia inqualificabile dopo che alcune regioni si sono viste recapitare degli strofinacci, e dopo che taluni Presidenti hanno duramente espresso il loro disappunto, presentarsi con un pendente sull’orecchio e un sorrisino incomprensibile, fa della vostra frivolezza una presenza irritante.

Quello che è successo a livello istituzionale con le mascherine ha dell’incredibile, fatte salve le giuste azioni di contrasto alla speculazione e falsificazione, in questi giorni abbiamo assistito a tutto. Fin dall’inizio, un susseguirsi di eventi incomprensibili e una sottovalutazione strategica ha portato il nostro Paese alla penuria dei dispositivi, che ha costretto un costante esposizione del personale sanitario, determinando essa stessa una concausa del contagio.

Se da un lato lo stop alle forniture è stato dovuto al blocco dei Paesi di importazione, dall’altro ha visto la Protezione Civile in più occasioni requisire intere forniture già pronte per la distribuzione in molte regioni, quali Campania, Liguria, Sardegna e oggi anche la Sicilia tra denunce e smentite. Tutto ciò e incomprensibile e irricevibile.

Una centrale acquisti pletorica che ha causato un guazzabuglio fatto di poca trasparenza e sottostima su tutta la linea di fornitura dei dispositivi medico-sanitari, ha fatto si che fino ad ora migliaia di operatori non hanno ricevuto le dovute protezioni. Un potpourri di decreti, che di fatto si sono scontrati con le diverse esigenze ed emergenze regioniali che in molti casi hanno fatto fronte rivolgendosi a donazioni o al fai da te.

Dunque, cari B&B non c’è nulla da ridere. In verità l’unica mascherina riconoscibile è quella vostra, una Bautta veneziana che conferisce a chi la indossa, un perfetto anonimato, una sorta di salvacondotto del Potere che può concedersi comportamenti altrimenti non consentiti.

image_pdfimage_print
The following two tabs change content below.

Emilio Benincasa

Infermiere presso U.O.C. Chirurgia Generale ARNAS Garibaldi Centro CT Dirigente sindacale NurSind. Da diversi anni impegnato nel Sindacato per il riconoscimento dei diritti della professione infermieristica e più in generale del lavoro e dei lavoratori. "QUALCUNO SI CREDE PIU' GRANDE DI TE SOLO PERCHE TU SEI IN GINOCCHIO: ALZATI !!" L.M. Prudhomme

Lascia un commento

Articoli in evidenza

Mancano i reagenti per fare i test ai sospetti per Coronavirus. Al Garibaldi Centro Vengono comunque effettuati.

“A seguito della mancata fornitura di reagenti per la diagnosi di Covid-19 i campioni pervenuti a questo laboratorio verranno conservati a temperatura controllata”. È quanto si legge in una comunicazione a firma del direttore del laboratorio centralizzato analisi del Policlinico di ...

Continua a leggere

CORONAVIRUS: RICHIESTA MISURE STRAORDINARIE URGENTI A SOSTEGNO DEL PERSONALE INFERMIERISTICO , OPERATORI SANITARI E TECNICI

Per l'ennesima volta nell'ultimo periodo abbiamo segnalato alle istituzioni tutte le criticità a cui stiamo andando incontro TUTTI gli operatori impegnati durante l'emergenza legata al coronavirus, senza ottenere risposte sufficienti a tutelare la salute dei colleghi. Auspichiamo un confronto serio ...

Continua a leggere

ARNAS GARIBALDI VS COROVAVIRUS : 3 - 0 tre guariti e dimessi

Dopo l'individuazione dell'Assessorato dell’A.R.N.A.S. Garibaldi  come azienda  centro COVID19-dedicato, con i suoi 20 posti letto di Rianimazione  adulti ,  2 posti letto Rianimazione Pediatrica,  lo spostamento della Pneumologia al Centro, l'ampliamento delle malattie infettive, il percorso per le donne gravide, ...

Continua a leggere

Il triste balletto delle mascherine

Sono lontani i tempi in cui si era abituati agli scontri fra destra e sinistra, processi e prescrizione, MES, talk-show, social-accuse e dirette da spiaggia. Da giorni ormai, alla stessa ora assistiamo con la doverosa apprensione ad un unico e ...

Continua a leggere

Emergenza Coronavirus Sicilia: OK a richiesta NurSind, tamponi a tutti gli Operatori Sanitari

"Avevamo richiesto per tutti gli operatori sanitari, Sia come coordinamento regionale che come segreteria territoriale tamponi a tutti i sanitari al fine di dare ulteriore forza alle misure di contenimento.  Siamo soddisfatti che, anche se in ritardo tutti i sanitari ...

Continua a leggere

CORONAVIRUS: le regole per il congedo parentale di 15 giorni. Tridico: “Circolare Inps in arrivo, intanto chiedetelo all’azienda”

Appena arriverà la circolare il congedo chiesto sarà tramutato in quello straordinario, con il pagamento dell’indennità pari al 50% della retribuzione (per i collaboratori 50% del reddito giornaliero per i giorni chiesti) e la copertura della contribuzione figurativa. Sarà retroattivo ...

Continua a leggere

COVID19 - emergenza contagio del personale sanitario. Il NurSind chiede alla Prefettura la requisizione di strutture alberghiere

"Applicazione dell'art.6 del decreto 18/2020 Cura Italia che prevede la requisizione di strutture alberghiere." E' questo quello che chiede il Sindacato Nursind all'Autorità Prefettizia ed al Sindaco di Catania per dar modo agli operatori sanitari (infermieri, medici, tecnici sanitari e OSS) ...

Continua a leggere

Pagina Facebook
Contatore visite
  • 721617Totale letture:
  • 500233Totale visitatori:
  • 35Oggi:
  • 1Utenti attualmente in linea: