image_pdfimage_print

Sono due le misure per coprire le carenze di organico nella sanità proposte nel pacchetto di emendamenti alla manovra che i relatori hanno depositato in commissione Bilancio al Senato.

 (ANSA)Tra gli emendamenti alla manovra spuntano una proroga delle norme per la stabilizzazione dei precari del Servizio sanitario nazionale, medici, infermieri e tecnici, fino al 2022, ma solo per chi ha maturato i 3 anni di anzianità fino al 30 giugno del 2019  e lo scorrimento delle graduatorie in sanità per l’assunzione anche di idonei non vincitori.

“Battersi contro la precarietà del lavoro è sempre giusto. Lo è ancora di più se si parla di persone che ogni giorno si prendono cura di noi”. Lo scrive su Facebook il Ministro della Salute, Roberto Speranza. “Su mia proposta – prosegue il ministro – è stato appena depositato un emendamento che, estendendo i termini della Legge Madia per il comparto sanità, consentirà a moltissimi lavoratori di uscire finalmente dalla precarietà. È una scelta giusta che migliorerà la qualità delle loro vite e renderà il Servizio Sanitario Nazionale più forte, a vantaggio di tutti noi”, aggiunge Speranza.

Questo il testo dell’emendamento.
Dopo l’articolo 55 aggiungere il seguente:
Art.55 bis
(Disposizioni in materia di precariato del Servizio sanitario nazionale)

1. All’articolo 20 del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, e s.m., dopo il comma 11, è inserito il seguente:
“11-bis. Allo scopo di fronteggiare la grave carenza di personale e superare il precariato, nonché per garantire la continuità nell’erogazione dei livelli essenziali di assistenza, per il personale medico, tecnico-professionale e infermieristico, dirigenziale e non del Servizio sanitario nazionale, le disposizioni di cui ai commi 1 e 2 si applicano fino al 31 dicembre 2022. Ai fini del presente comma il termine di cui al requisito del comma 1, lettera c) e del comma 2, lettera b) è stabilito alla data del 30 giugno 2019.”.

Questo quanto prevedono i commi 1 e 2 dell’articolo 20 della legge 75/2017, che si applicheranno fino al 31 dicembre 2022. Nel testo si disponeva che le amministrazioni, al fine di superare il precariato, ridurre il ricorso ai contratti a termine e valorizzare la professionalità acquisita dal personale con rapporto di lavoro a tempo determinato, potevano assumere a tempo indeterminato personale non dirigenziale che possegga tutti i seguenti requisiti:
a) risulti in servizio successivamente alla data di entrata in vigore della legge n. 124 del 2015 con contratti a tempo determinato presso l’amministrazione che procede all’assunzione;
b) sia stato reclutato a tempo determinato, in relazione alle medesime attività svolte, con procedure concorsuali anche espletate presso amministrazioni pubbliche diverse da quella che procede all’assunzione;
c) abbia maturato, al 30 giugno 2019 (modifica introdotta dall’emendamento), alle dipendenze dell’amministrazione che procede all’assunzione almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni.

Inoltre, si disponeva che le amministrazioni, potessero bandire, in coerenza con un piano triennale dei fabbisogni, procedure concorsuali riservate, in misura non superiore al 50% dei posti disponibili, al personale non dirigenziale in possesso di tutti i seguenti requisiti:
a) risulti titolare, successivamente alla data di entrata in vigore della legge n. 124 del 2015, di un contratto di lavoro flessibile presso l’amministrazione che bandisce il concorso;
b) abbia maturato, alla data del 30 giugno 2019 (modifica introdotta dall’emendamento), almeno tre anni di contratto, anche non continuativi, negli ultimi otto anni, presso l’amministrazione che bandisce il concorso.

L’emendamento, si spiega nella relazione tecnica, non determina maggiori oneri a carico della finanza pubblica “in quanto si inserisce nell’ambito delle disposizioni previste dall’articolo 20 del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, e successive modificazioni, introdotte al fine di superare il precariato e ridurre, quindi, il ricorso a contratti a termine o forme di lavoro flessibile”.

Ci auguriamo che sotto l’albero di Natale ci possa essere il regalo anche per i nostri colleghi che sperano nello scorrimento delle graduatorie di mobilità e concorso già espletati e che i tanto pubblicizzati maxi concorso di bacino scaduti il mese scorso siano conclusi in tempi celeri; comunque vi assicuriamo che la nostra sigla vigilerà sempre sul rispetto delle norme.

The following two tabs change content below.

NUNZIO ZERBO

Infermiere da circa 23 anni. Attualmente lavoro nell'U.O.C Di Rianimazione del'ARNAS Garibaldi di Catania. Master in coordinamento; Master in Infermieristica Legale e Forense; Master in Formazione e Tutorato nelle professioni sanitarie. Docente in corsi OSA E OSS. Relatore corsi ecm. Consigliere provinciale IPASVI Catania. Dirigente sindacale Nursind.

Lascia un commento

Articoli in evidenza

INFERMIERI & MEDIA: Riflessioni di inizio anno, per una professione in lista d'attesa

Nel corso del 2019 appena archiviato, in tema di personale sanitario e più in generale di sanità, si è detto e scritto tanto. Molte le questioni aperte sulle quali si è dibattuto da più parti con serietà e convincimento, per ...

Continua a leggere

ACCESSI VASCOLARI IN EMERGENZA, L’INTRAOSSEA. LATTANTE, BAMBINO e ADULTO - CORSO TEORICO PRATICO 2a Edizione

Il corso, aperto a tutti i Professionisti della Salute, si propone di erudire i discenti in merito alla gestione degli accessi vascolari in emergenza, con particolare riferimento alla puntura intraossea. Da tempo, le linee guida internazionali che disciplinano l’emergenza, cioè ...

Continua a leggere

Buone Feste dalla Segreteria Territoriale NurSind Catania

La festa del Natale è una delle migliori occasioni per dedicare un pensiero più profondo alle persone che ci stanno più vicino. Quale migliore occasione per dedicare pensieri e auguri anche ai propri colleghi. Chiaramente, come ben comprensibile, per le ...

Continua a leggere

Grazie NurSind e Buone feste. Riceviamo e pubblichiamo...

A seguito di una mail ricevuta da un’infermiera nostra iscritta, la scrivente Segreteria Provinciale NurSind di Catania, ringrazia la collega per la fiducia dimostrata e con piacere pubblichiamo le parole di elogio nei nostri confronti “ In occasione delle festività natalizie ...

Continua a leggere

VITTORIA NURSIND AL CANNIZZARO PER IL CAMBIO CAMICE

La Segreteria Territoriale NurSind  con immenso piacere informa tutti  i colleghi che la Causa sostenuta dai nostri legali l'Avv. Nella Piccione e l'Avv. Antonella Grasso Contro il Cannizzaro per i il riconoscimento del tempo legato al cambio camice ha avuto ...

Continua a leggere

NURSIND: CORSO DI FORMAZIONE, GESTIONE DEGLI ACCESSI VENOSI

Sempre più opportunità  per chi vuole aggiornarsi e colmare il debito formativo ecm, grazie ai nostri corsi di formazione. A grande richiesta dei colleghi, dopo il successo delle edizioni precedenti la Segreteria Territoriale NurSind organizza e dedica a coloro i ...

Continua a leggere

Stabilizzazione precari: il regalo sotto l'albero arriva dalla legge di Bilancio

Sono due le misure per coprire le carenze di organico nella sanità proposte nel pacchetto di emendamenti alla manovra che i relatori hanno depositato in commissione Bilancio al Senato. Tra gli emendamenti alla manovra spuntano una proroga delle norme per la ...

Continua a leggere

Pagina Facebook
Contatore visite
  • 647102Totale letture:
  • 432842Totale visitatori:
  • 489Oggi:
  • 2Utenti attualmente in linea: