3° CONGRESSO AMGe: INVECCHIARE CON “SUCCESSO”, NUOVE STRATEGIE PER IL FUTURO

Dall’11 al 13 Ottobre u.s., presso il Grand Hotel Baia Verde di Aci Castello, si è tenuto il 3° Congresso Nazionale della AMGe (Associazione Multidisciplinare di Geriatria). Una discussione di alto profilo che ha coinvolto specialisti da tutta Italia; articolato in cinque sessioni, con all’interno corsi teorico-pratico, il Congresso ha affrontato tematiche varie e trasversali, dissertando principalmente sulla epidemiologia dell’invecchiamento e le strategie preventive da adottare per avanzare in età con “successo”.

E’ ormai acclarato che invecchiamento della popolazione e aumento dell’aspettativa di vita non implicano necessariamente un miglioramento della qualità della stessa, ma al contrario, con l’avanzare della età, si verificherà inevitabilmente un aumento della disabilità. Di conseguenza, il percorso di assistenza dell’anziano “fragile”, nella nostra società assumerà problematiche davvero rilevanti, che potranno essere affrontate, solo adottando una cultura e un vero linguaggio comune condivisi da parte di tutti gli Operatori Geriatrici.

Da quando nel 1987, il National Institute of Health (Usa) ha definito la Valutazione Multi Dimensionale (VMD) come “… una valutazione nella quale i numerosi problemi della persona anziana vengono riconosciuti, descritti e spiegati e nella quale vengono inquadrate le risorse assistenziali e le potenzialità residue, definito il bisogno di servizi e messo a punto un piano coordinato di cura specifico ed orientato per problemi …”, ha radicalmente modificato l’approccio geriatrico al Paziente, sia in ambito sanitario che in quello assistenziale.

Per intenderci, il termine “MultiDimensionale” sottende anche quello di “MultiDisciplinare”, in quanto le varie professionalità che ruotano attorno al Paziente geriatrico (Medico, Infermiere, Psicologo, Oss, Fisioterapista ecc.) che assieme costituiscono la U.V.G. (Unità di Valutazione Geriatrica) ne rappresenta una delle fondamentali caratteristiche e permette di personalizzare l’intervento terapeutico e attuare una strategia preventiva finalizzata a favorire la corretta adesione del paziente al programma di cura.

Lo stato di benessere fisico dell’anziano dipende, da problematiche diverse (di ordine fisico, psicologico, socio-economico ed ambientale) e necessita di un intervento preventivo, curativo e riabilitativo specifico e globale. A volte è una singola di queste aree che prevale nello scatenare una situazione di disabilità, spesso sono più aree che confluiscono nel determinare uno stato di non autosufficienza.

Gli scopi e le caratteristiche della VMD sono quelle di conoscere il Paziente anziano sotto diversi punti di vista (o funzioni), nel determinare le sue necessità di tipo sanitario; assistenziale e sociale; nel consolidare un metodo di lavoro; nel misurare temporalmente i risultati di un intervento; nell’individuare il più appropriato luogo di cura e nel tradurre in maniera organizzata i bisogni assistenziali. In tal modo i risultati ottenuti (specie se numerici) possono essere utilizzati come veri e propri Indicatori di Outcome.

Dunque, l’obiettivo della medicina “geriatrica”, non è più quello della medicina “tradizionale” (guarire le singole malattie ed evitare la morte prematura), ma piuttosto quello di prevenire la fragilità e ridurre al minimo il danno delle malattie croniche, ottimizzando la capacità di utilizzo delle funzioni residue. L’obiettivo primario della “medicina geriatrica” diviene, pertanto, non tanto l’allungamento dell’aspettativa di vita, quanto il raggiungimento del miglior livello possibile di qualità di vita.

In conclusione, desidero informare che a giugno di quest’anno è stata costituita la sezione infermieristica dall’Associazione, Nursing Sicilia AMGe; un gruppo di 50 Infermieri impegnati in ricerca, studio, formazione e divulgazione, nato su proposta del Consigliere Nazionale, dott. Vincenzo Di Leo (CPS Infermiere), coordinati dal dott. Alessandro Scalisi anch’egli Infermiere.

Se sei interessato ad iscriverti, la quota per gli Infermieri è di 10 euro.

Per ogni altra informazione puoi visitare il sito http://www.amge.it/

                                    NURSIND…FORMA E INFORMA

The following two tabs change content below.

Emilio Benincasa

Infermiere presso U.O.C. Chirurgia Generale ARNAS Garibaldi Centro CT Dirigente sindacale NurSind. Da diversi anni impegnato nel Sindacato per il riconoscimento dei diritti della professione infermieristica e più in generale del lavoro e dei lavoratori. "QUALCUNO SI CREDE PIU' GRANDE DI TE SOLO PERCHE TU SEI IN GINOCCHIO: ALZATI !!" L.M. Prudhomme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *