Ausiliari e Socio Sanitari esternalizzati al Policlinico di Catania – Figli di una Sanità Minore

Un nutrito gruppo di lavoratori “esternalizzati”  del policlinico di Catania (ausiliari e socio sanitari)  nelle passate giornate d’agosto hanno manifestato davanti l’ingresso dell’ospedale. Al di là delle motivazioni sulla cui legittimità ognuno può esprimere liberamente la propria opinione, si ritiene che un Assessore alla Salute debba per lo meno attenzionare le ragioni di lavoratori che da 20 anni contribuiscono alla sanità catanese.
Ed invece assistiamo ad un laconico post su facebook da parte dello stesso Assessore che liquida la questione con toni superficiali e quasi irridenti.
E per giunta lo stesso Assessore permette nei commenti del suo post di scatenare un botta e risposta che si è poi trasformato quasi in una social.rissa.
Nel ribadire che le richieste dei colleghi ausiliari e socio sanitari possono essere legittime o meno, riteniamo per lo meno inopportuno non degnarli nemmeno di una semplice audizione. Una storia triste. Vogliamo solo sperare che  i primi “freschi” di settembre, raffreddando idee e pregiudizi, possano indurre le istituzioni ad instaurare per lo meno un tavolo di dialogo con questi colleghi. Il tutto anche per disinnescare una situazione che secondo noi, se non affrontata, può deteriorarsi in qualcosa di più pesante.
Noi del Nursind dal canto nostro abbiamo già da tempi non sospetti manifestato la nostra piena solidarietà ai colleghi ausiliari e socio sanitari che in queste settimane, con quasi 40 gradi, hanno con dignità e compostezza manifestato le loro ragioni.

 

The following two tabs change content below.

Marco Di Bartolo

Infermiere a Catania presso il Policlinico Vittorio Emanuele. Coordinatore Infermieristico dell' Unità di Terapia Intensiva Neonatale. RSU e Segretario Aziendale NurSind. Motto: "Se proprio non puoi vincere.... scappa !!!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *