Tempo di Vestizione – Quando si crede di aver scoperto l’acqua calda e ci si accorge che invece si è già freddata

Di pochi giorni fa la notizia della causa vinta in tribunale del NurSind contro l’ ARNAS Garibaldi per il riconoscimento del tempo di vestizione. Quando iniziammo diverse cause sull’argomento a partire dal 2011, venimmo tacciati come dei visionari, dei patetici imbonitori.

Adesso che abbiamo dimostrato ampiamente ai nostri detrattori che la strada era non solo percorribile ma anche quella giusta, subito altre sigle sindacali tentano opportunisticamente di salire sul carro dei vincitori presentando goffe quanto inutili istanze per il riconoscimento del diritto da noi preteso ed ottenuto in tribunale.

 

I nostri divertenti colleghi però non sanno che …

già dal 2011 sono state presentati ricorsi in tribunale per tutte le aziende sanitarie di Catania

che proprio al Vittorio Emanuele pende un ricorso iniziato nel 2013

che il diritto ai 20 minuti spetta a tutti i lavoratori che indossano una divisa e non solo ai turnisti, come loro ingenuamente chiedono, segno che ignorano completamente le ragioni di diritto e non si sono letti neanche la sentenza

ed inoltre si sono dimenticati che….

nel 2012 in contrattazione decentrata al Garibaldi era stato messo all’ordine del giorno il riconoscimento del diritto del tempo di cambio tuta e “stranamente ” il passaggio in RSU non è mai avvenuto grazie alle assenze “strategiche” dei soliti noti.

Sono anni che diciamo che la sovrapposizione sui turni va remunerata. Nel merito non abbiamo trovato appoggio in nessuna sigla sindacale e in nessuna azienda e per questo abbiamo dovuto percorrere la via giudiziaria che è sempre l’estrema ratio laddove le posizioni rimangono sempre distanti.

Anche all’ASP, quando l’Azienda ha sospeso il tempo legato alla vestizione e svestizione che esisteva in funzione di un accordo sindacale (del 2006!!) quando questa era ex azienda Gravina di Caltagirone; non una parola è stata detta in aiuto dei lavoratori.

Anche stavolta il NurSind è un passo avanti a tutti gli altri… che stanno a guardare con la bocca aperta (e che una volta tanto farebbero bene invece a tenere chiusa).

Noi protestiamo e lottiamo e qualcuno vorrebbe prendersi i meriti, Noi vinciamo i contenziosi e altri con una semplice lettera  di godere dei benefici. 

The following two tabs change content below.

Marco Di Bartolo

Infermiere a Catania presso il Policlinico Vittorio Emanuele. Coordinatore Infermieristico dell' Unità di Terapia Intensiva Neonatale. RSU e Segretario Aziendale NurSind. Motto: "Se proprio non puoi vincere.... scappa !!!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *