NurSind, riunione in assessorato – Assunzioni, 118, bonus 1000 Euro, Infermiere di Comunità.

Si è svolta in assessorato ieri mattina un Incontro  Tecnico Regionale per discutere alcune criticità del nostro sistema sanitario , ma anche per dare risposte ai tanti colleghi che in questo periodo sono stati impegnati nell’emergenza determinata dal Virus SarsCOV2. La delegazione, Guidata da Claudio Trovato, ha lavorato in un clima cordiale e collaborativo.

Andando per ordine sono stati trattati i seguenti punti: 

1. Assunzione/reclutamento personale.  Vecchio concorso Bacino infermieri orientale e nuova procedura di mobilità/concorso Bacino orientale/occidentale e stabilizzazione ed incarichi temporanei fino ad immissione da tali procedure

La graduatoria di bacino vecchia a quanto pare sarà usata fino al 30.09.2020 come previsto per legge per i posti di vecchia istituzione ( non sarà usata fino a smaltimento totale, a meno che non vengano chiamati tutti entro tale termine) un eventuale proroga dipenderà da un eventuale norma successiva ma al momento non è dato sapere.

Entro brevissimo tempo sarà pubblicata l’ammissione per gli aventi diritto della nuova mobilità( circa 80/85% composta da personale attualmente fuori Sicilia). A causa dell’emergenza CoronaVirus Palermo/Catania i tecnici hanno intenzione di  effettuare il colloquio previsto dal bando per via telematica online con servizi come Skype.

Il concorso contestuale alla mobilità potrà essere riaperto e l’assessorato ha comunicato come già previsto dalla sentenza 2/2020 della Corte costituzionale un punteggio extra a concorso per coloro che hanno lavorato in emergenza Covid almeno 60giorni (come anticipato in video dall’assessore qualche settimana fa). Su questo punto dobbiamo rilevare una certa lentezza nelle procedure di espletamento anche determinate dalla pandemia.

Riguardo le stabilizzazioni le aziende hanno ricevuto una direttiva per la proroga della legge madia per le stabilizzazioni. Saranno effettuate 3 finestre, luglio/novembre/gennaio man mano che I dipendenti raggiungeranno i requisiti. Gli incarichi standard (no covid) saranno momentaneamente rinnovati fino al 31.12.2020.

Gli incarichi per Covid19 dovrebbero essere prorogati fino a gennaio (data che lo stato ha comunicato per proroga emergenza Covid19 su base nazionale).

L’assessorato ha comunicato che da 1.1.2018 a 1.1.2020 hanno assunto in ruolo circa 1800 infermieri tra stabilizzazione e concorso di bacino (l’obiettivo della regione è arrivare a 5000 entro i prossimi 2 anni).

Soprattutto fino ad ottobre ci sarà inoltre una flessibilità col personale attualmente assunto da incarico Covid19 che potrebbe essere usato anche in altri reparti d’emergenza.

L’emergenza Covid19 ha dimostrato quanto noi diciamo da anni, e cioè la necessità di una rivalutazione delle dotazioni organiche con ulteriore aumento assunzioni, non solo di personale Infermieristico che è indispensabile ma anche di personale OSS essenziale per l’assistenza di base.

2. Bonus 1000 euro.  La legge regionale ha inserito un bonus di 1000 euro mensili. Ad oggi questo emolumento aggiuntivo per essere erogato necessita di un’altra norma attuativa anche perché la legge non ha specificato ne chi ne come questi soldi devono essere percepiti ed abbiamo(NOI) parecchie perplessità sulle “reali” possibilità che queste somme siano “veritiere”. 

3. Personale 118 ed indennità. Le indennità restano immutate, da parte della Regione sembra ci sia la volontà di creare ovunque personale dedicato 118 senza incentivazione attuale (anche se difficilmente avverrà nel breve termine), in ogni caso sarebbe auspicabile rivedere le quote di incentivazione in passato decurtate, anche per dare riscontro agli infermieri impegnati oggi nel periodo emergenziale.

4. Infermiere sul territorio. Risorsa che sarà utile e che verrà valutata al meglio come impiegarla già nei prossimi mesi. In considerazione delle somme stanziate dal Decreto Rilancio c’è la necessità di organizzare l’attività domiciliare. 

In Sicilia, secondo i nostri calcoli dovranno essere inseriti circa 800 operatori e ancora altri 1.000 per la gestione dei posti di terapia intensiva e sub intensiva aggiuntivi, per effetto proprio dei decreti CuraItalia e Rilancio.

Questo quanto è emerso dalla riunione tecnica in assessorato. Noi continueremo a spingere affinché le assunzioni determinino finalmente dotazioni ospedaliere di infermieri congrue, la diminuzione sostanziale della disoccupazione, l’assunzione di personale OSS e l’attivazione definitiva del territorio per fare in modo di dare continuità all’integrazione dei servizi sanitari.

La Segreteria Territoriale di Catania

The following two tabs change content below.

Salvo Vaccaro

Segretario Provinciale NurSind Catania - Componente Direzione Nazionale NurSind. Da 20 anni impegnato nella tutela e valorizzazione della professione e dei professionisti infermieri. "L'amore per la professione mi ha spinto sui passi dell'autorappresentanza"

Lascia un commento