image_pdfimage_print

Parità di diritti con la professione medica. Questo quanto vuole ribadire in occasione della giornata internazionale dell’infermiere, il sindacato Nursind.Pensiamo – dichiara il segretario nazionale Andrea Bottega – siano maturi i tempi per mettere sullo stesso piano tutte le professioni sanitarie in termini di diritti contrattuali. Così dopo il passaggio da collegio a ordine professionale avvenuto lo scorso anno con la legge 3/2018, riteniamo che si debba intervenire affinché anche le professioni sanitarie abbiano una sezione o area separata di contrattazione. I limiti della contrattazione di comparto si sono palesati con forti penalizzazioni proprio nei confronti delle professioni sanitarie e in particolar modo quelle infermieristiche.

Due sono le situazioni che indicano il momento maturo di chiedere contrattazione separata e un’indennità di esclusività.

La prima interessa i lavori della commissione paritetica istituita presso l’Aran che tratta, tra l’altro, il nuovo assetto degli inquadramenti del personale con particolare riferimento alla carriera delle professioni sanitarie. In quest’ambito pensiamo debba trovare la valorizzazione dei percorsi universitari di laurea e post laurea, le leggi di autonomia e responsabilità professionale, gli obblighi formativi e assicurativi, e di iscrizione agli ordini professionali. In questi anni abbiamo assistito a una progressiva “forbice formativa” senza che ciò abbia comportato una revisione della “forbice retributiva”.

Oggi l’infermiere è un professionista laureato inquadrato come se fosse ancora diplomato. Per tali motivi Nursind chiede un’area o sezione separata di contrattazione.

La seconda situazione che ci sembra favorevole deriva dalle dichiarazioni del Senatore Sileri, Presidente della commissione igiene e sanità del Senato, in merito al riconoscimento della libera professione intramuraria per il personale infermieristico del comparto. “Nursind pertanto, si batterà – continua il segretario nazionale – per una modifica del sistema normativo per l’abolizione dell’esclusività di rapporto, per il riconoscimento della libera professione e per il riconoscimento dell’indennità di esclusività abolendo così l’attuale iniqua possibilità di solo supporto all’attività della libera professione medica, inaccettabile da un punto di vista professionale contrattuale e retributivo. Naturalmente – conclude il Nursind – riteniamo che l’indennità di esclusività debba essere prevista dalla legge e finanziata contrattualmente con una proporzione non inferiore al 15% della retribuzione lorda.” 

The following two tabs change content below.

Salvo Vaccaro

Segretario Provinciale NurSind Catania - Componente Direzione Nazionale NurSind. Da 20 anni impegnato nella tutela e valorizzazione della professione e dei professionisti infermieri. "L'amore per la professione mi ha spinto sui passi dell'autorappresentanza"

Lascia un commento

Articoli in evidenza

INCENTIVAZIONE E PROGETTI: NurSind diffida l'ARNAS Garibaldi

La Segreteria Aziendale NurSind DIFFIDA tramite i nostri legali l'A.R.N.A.S. Garibaldi in merito al mancato pagamento dell'incentivazione e dei progetti obiettivi, utilizzati per  garantire  l'assistenza ai pazienti ed assicurare le ferie estive agli infermieri, vista la carenza di personale. La rottura ...

Continua a leggere

ULTIMA EDIZIONE CORSO ECM “ASPETTI CLINICI E TEORICO PRATICI DELL’EMOGASANALISI (EGA): UNA PROCEDURA NON SOLO MEDICA”

Cari colleghi abbiamo il piacere di comunicarvi che il 18 ottobre 2019 la segreteria Nursind Catania organizzerà a Biancavilla(CT) ULTIMA Edizione del corso ECM “ASPETTI CLINICI E TEORICO PRATICI DELL’EMOGASANALISI (EGA): UNA PROCEDURA NON SOLO MEDICA”. Pertanto chi fosse interessato può procedere all’iscrizione ...

Continua a leggere

Ospedale San Marco di Catania - La parola ai lavoratori in Assemblea - 18 settembre ore 14.30

Il 18 settembre dalle 14.30 alle 16.30 nella Hall dell' ingresso edificio B   i lavoratori sanitari, tecnici ed amministrativi si riuniranno in assemblea indetta dal Nursind.     Un presidio il San Marco che, nonostante gli sforzi dell' Amministrazione del Policlinico di Catania ...

Continua a leggere

ASSEMBLEA SINDACALE AL CANNIZZARO

Si da voce agli infermieri del Cannizzaro. Il NurSind in prima linea per comprendere le difficoltà e concordare un'azione condivisa con i lavoratori per risolvere le criticità lavorative e assistenziali. Oggi 11/09/19 nella sala riunioni dell'edificio D dell'A.O. Cannizzaro di Catania, ...

Continua a leggere

Signor Ministro, ecco le problematiche che affliggono i lavoratori. Punto per punto cosa non è più rinviabile

di Emilio Benincasa Con la nascita di un nuovo Governo, si è finalmente superata una crisi politica anomala, e forse unica della storia del nostro Paese. All'inizio del mese di agosto, dopo 14 mesi di legislatura scaturita da un "contratto"  tra ...

Continua a leggere

Ausiliari e Socio Sanitari esternalizzati al Policlinico di Catania - Figli di una Sanità Minore

Un nutrito gruppo di lavoratori “esternalizzati”  del policlinico di Catania (ausiliari e socio sanitari)  nelle passate giornate d’agosto hanno manifestato davanti l’ingresso dell’ospedale. Al di là delle motivazioni sulla cui legittimità ognuno può esprimere liberamente la propria opinione, si ritiene ...

Continua a leggere

AMO IL MIO LAVORO: ECCO PERCHE'

La lettera di una studentessa in infermieristica, in cui prova a raccontare la sua esperienza da un punto di vista diverso, con gli occhi di chi come me ama questa professione ed ha scelto fare ciò che piace. Questo è ...

Continua a leggere

Contatore visite
  • 589496Totale letture:
  • 387797Totale visitatori:
  • 17Oggi:
  • 0Utenti attualmente in linea: