image_pdfimage_print

Parità di diritti con la professione medica. Questo quanto vuole ribadire in occasione della giornata internazionale dell’infermiere, il sindacato Nursind.Pensiamo – dichiara il segretario nazionale Andrea Bottega – siano maturi i tempi per mettere sullo stesso piano tutte le professioni sanitarie in termini di diritti contrattuali. Così dopo il passaggio da collegio a ordine professionale avvenuto lo scorso anno con la legge 3/2018, riteniamo che si debba intervenire affinché anche le professioni sanitarie abbiano una sezione o area separata di contrattazione. I limiti della contrattazione di comparto si sono palesati con forti penalizzazioni proprio nei confronti delle professioni sanitarie e in particolar modo quelle infermieristiche.

Due sono le situazioni che indicano il momento maturo di chiedere contrattazione separata e un’indennità di esclusività.

La prima interessa i lavori della commissione paritetica istituita presso l’Aran che tratta, tra l’altro, il nuovo assetto degli inquadramenti del personale con particolare riferimento alla carriera delle professioni sanitarie. In quest’ambito pensiamo debba trovare la valorizzazione dei percorsi universitari di laurea e post laurea, le leggi di autonomia e responsabilità professionale, gli obblighi formativi e assicurativi, e di iscrizione agli ordini professionali. In questi anni abbiamo assistito a una progressiva “forbice formativa” senza che ciò abbia comportato una revisione della “forbice retributiva”.

Oggi l’infermiere è un professionista laureato inquadrato come se fosse ancora diplomato. Per tali motivi Nursind chiede un’area o sezione separata di contrattazione.

La seconda situazione che ci sembra favorevole deriva dalle dichiarazioni del Senatore Sileri, Presidente della commissione igiene e sanità del Senato, in merito al riconoscimento della libera professione intramuraria per il personale infermieristico del comparto. “Nursind pertanto, si batterà – continua il segretario nazionale – per una modifica del sistema normativo per l’abolizione dell’esclusività di rapporto, per il riconoscimento della libera professione e per il riconoscimento dell’indennità di esclusività abolendo così l’attuale iniqua possibilità di solo supporto all’attività della libera professione medica, inaccettabile da un punto di vista professionale contrattuale e retributivo. Naturalmente – conclude il Nursind – riteniamo che l’indennità di esclusività debba essere prevista dalla legge e finanziata contrattualmente con una proporzione non inferiore al 15% della retribuzione lorda.” 

The following two tabs change content below.

Salvo Vaccaro

Segretario Provinciale NurSind Catania - Componente Direzione Nazionale NurSind. Da 20 anni impegnato nella tutela e valorizzazione della professione e dei professionisti infermieri. "L'amore per la professione mi ha spinto sui passi dell'autorappresentanza"

Lascia un commento

Articoli in evidenza

MOBILITA' INFERMIERI S. MARCO CATANIA...STORIA DI UN SOGNO REALIZZATO

Cari colleghi, riceviamo e pubblichiamo con piacere questa missiva ricevuta da una collega che era stata esclusa INGIUSTAMENTE(Sentenza Tribunale di Mantova RG n°188/2019 dell'08/05/2019)dal bando di mobilità per il profilo professionale Infermiere e che oggi è vincitrice di detto bando. Questa Sentenza ...

Continua a leggere

MOBILITA' SAN MARCO CATANIA INFERMIERI GRADUATORIA DEFINITIVA...SCORRIMENTO FINO AL 145°POSTO

Finalmente dopo alcuni mesi di guerre anche nelle aule dei Tribunali(altre sentenze sono fissate per la prossima settimana tramite i legali del Nursind gli Avv. N.Piccione e A.Grasso) che potrebbero portare a nuove modifiche alla graduatoria  oggi con delibera N°1117 ...

Continua a leggere

MAXI SCORRIMENTO DELLA GRADUATORIA DI BACINO PER INFERMIERI NELLE PROVINCE DI CATANA MESSINA E ENNA

A pochi giorni dall'incontro in Assessorato tra una delegazione Nursind e l'Assessore alla Sanità R. Razza in cui si chiedeva nelle more dell'indizioni di nuovi concorsi e/o mobilità nella nostra regione dell'utilizzo della graduatoria di bacino per il profilo sanitario ...

Continua a leggere

LA ASP DI PALERMO BANDISCE UN CONCORSO E DIMENTICA GLI INFERMIERI

La Direzione Generale dell'ASP di Palermo ha annunciato che venerdì 31 maggio prossimo, sarà pronto un bando per complessivi 377 posti a tempo indeterminato per sia dell’area del comparto (117) di cui (68) riservati ai disabili, che della dirigenza (192) Ebbene, ...

Continua a leggere

Un Nuovo Servizio Gratuito Riservato Esclusivamente Agli Iscritti NurSind a Tutela dei loro diritti di Consumatori.

Nursind fornisce supporto a 360 gradi anche a tutela del consumatore. Continuiamo incessantemente il nostro lavoro al fine di dare ai nostri iscritti una vasta gamma di servizi e assistenza esclusiva. Nuova convenzione  NurSind, per offrire agli iscritti al sindacato un ...

Continua a leggere

AO CANNIZZARO: Fasce retributive (P.E.O.) NurSind chiede lo scorrimento della graduatoria degli aventi diritto

La Segreteria Provinciale del NurSind di Catania, preso atto che, l'Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania con la Delibera n°1019 del 26/04/2019 ha stabilito in via provvisoria le somme che costituiscono il fondo premialità e fasce così come previsto all'art. 81 ...

Continua a leggere

Assunzioni per mobilità Ospedale S. Marco: NurSind vince i ricorsi contro l'esclusione dalla mobilità.

Cari colleghi, con piacere Vi comunichiamo che i Giudici hanno accolto le istanze di ricorso contro esclusione dalla procedura di mobilità S. Marco di Catania di alcune colleghe Infermiere condannando l'Azienda alla rifusione delle spese di lite sostenute.In allegato troverete gli ...

Continua a leggere

Contatore visite
  • 573479Totale letture:
  • 375702Totale visitatori:
  • 8Oggi:
  • 0Utenti attualmente in linea: