ARNAS GARIBALDI VS COROVAVIRUS : 3 – 0 tre guariti e dimessi

Dopo l’individuazione dell’Assessorato dell’A.R.N.A.S. Garibaldi  come azienda  centro COVID19-dedicato, con i suoi 20 posti letto di Rianimazione  adulti ,  2 posti letto Rianimazione Pediatrica,  lo spostamento della Pneumologia al Centro, l’ampliamento delle malattie infettive, il percorso per le donne gravide, tutto ciò per ospitare i pazienti affetti da corona-virus.

Sicuramente una grande rivoluzione all’interno di una Azienda Ospedaliera ad Alta Specializzazione come il Garibaldi, sacrificando anche qualche unità operativa per reclutare personale e rafforzare dove c’è bisogno, lasciando qualche mal contento in questo trambusto.

I primi RISULTATI,   ARNAS Garibaldi contro COVID19  3 – 0  dopo un ricovero presso il reparto di Malattie infettive dell’ospedale Garibaldi-Nesima di Catania sono stati dimessi tre ricoverati per Covid 19 curati con una terapia combinata Idrossiclorichina, Lopinar e Azitromicina grazie a procedure attivate dall’assessorato regionale alla Salute.

La notizia fa ben sperare, si tratta di una 60 enne, un 63 enne e un 77 enne che sono tornati oggi a casa nel rispetto di misure di sicurezza condivise con l’Azienda sanitaria provinciale. I primi due pazienti non presentavano un quadro particolarmente complicato, mentre la situazione del 77enne appariva in un primo momento critica, viste le numerose patologie di cui soffriva l’uomo. La lotta continua e la speranza aumenta per tutti gl’altri pazienti ricoverati presso l’ARNAS,  alcuni di questi con un quadro clinico complesso ed i parametri vitali a limite, dove si rende necessaria la  ventilazione meccanica, comunque la macchinosa strategia messa in moto dalla Direzione Aziendale è in continuo mutamento e, qualora la situazione lo richieda, considerando che il trend di contagiati ed ospedalizzati continua ad essere in crescita.

In questo momento di così frenetico, di caos totale direi, sembriamo quasi in guerra la nostra richieste continua ad essere  “la fornitura dei DPI adatti” per gli operatori sanitari, presidi introvabili, i coordinatori delle Unità Operative ormai sono costretti a centellinare il materiale, naturalmente spesso a discapito dell’assistenza. Come Abbiamo scritto in un Articolo precedente Adesso è il momento di lottare TUTTI INSIEME, per il futuro, ricordiamoci però che NurSind non dimentica.

Infermiere  Dott. Vincenzo Neri

 

The following two tabs change content below.

Vincenzo Neri

Segretario Aziendale NurSind Garibaldi - Componente Direttivo Provinciale - Revisore dei Conti NurSind Nazionale - Infermiere con esperienza ventennale in Area Critica. La consapevolezza del nostro ruolo, la conoscenza delle norme, l'aggiornamento professionale e la passione per la nostra amata professione mi spingono a dare il mio contributo alla categoria.

Lascia un commento