ASP CATANIA: Restituire le indennità

COMUNICATO

Restituire i soldi ai lavoratori. È quello che chiede NurSind Catania e che sarà ribadito nell’incontro di oggi convocato dall’ASP con le altre OO.SS. Per il NurSind è inaccettabile il danno economico che è stato arrecato ai lavoratori riguardo la decurtazione di centinaia di euro in busta paga relativa all’indennità di presenza sui tre turni.

In fase applicativa della norma, l’ASP – unica azienda in tutta Italia – ha commesso una serie di errori che se non corretti immediatamente saranno certamente motivo di contenzioso da parte dei lavoratori. Nel tentativo di recuperare economie l’azienda con una interpretazione fuori da ogni logica comprensibile ha stravolto il conteggio dei turni per l’erogazione dell’indennità di cui all’art. 86 c. 3. Di fatto, i conteggi effettuati per l’erogazione dell’indennità di cui all’art. 86 c. 3 sono riferiti al numero di mattine, pomeriggi e notti e non sul numero dei giorni lavorativi nel mese.

Siamo certi che l’azienda su questa vicenda ravvederà la propria posizione correggendo questa personalistica interpretazione che ha generato un grave danno economico a tanti dipendenti; gli stessi, paradossalmente, che durante la pandemia si sono maggiormente prodigati per sostenere un’azienda in gravissima difficoltà.

Come sempre vi terremo aggiornati

The following two tabs change content below.

Emilio Benincasa

Infermiere presso U.O.C. Chirurgia Generale ARNAS Garibaldi Centro CT Dirigente sindacale NurSind. Da diversi anni impegnato nel Sindacato per il riconoscimento dei diritti della professione infermieristica e più in generale del lavoro e dei lavoratori. "QUALCUNO SI CREDE PIU' GRANDE DI TE SOLO PERCHE TU SEI IN GINOCCHIO: ALZATI !!" L.M. Prudhomme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.