NurSind Catania: Azienda Policlinico, la parola ai lavoratori

Nella giornata di ieri si è concluso il doppio appuntamento con i lavoratori dell’Azienda Policlinico di Catania. Le assemblee chieste dal NurSind si sono svolte il 29/03 presso il Presidio Ospedaliero S.Marco e il 30/03 nel Presidio G. Rodolico.

 

Tanti i temi e le problematiche trattate nella due giorni, che ha registrato una cospicua presenza di lavoratori, limitata per ragioni di distanziamento. A tal proposito dobbiamo dire che sono stati tanti i lavoratori che hanno delegato ai presenti di essere rappresentati e portare anche la loro voce.

 

Aperto dibattito e confronto su molte tematiche, che vanno dalla cronica carenza del personale nei reparti e conseguente demansionamento, al mancato pagamento premio Covid; dal mancato riconoscimento dei minuti di vestizione e della mensa alla progressione economica di fascia.

Per quanto sopra, a fine lavori sono emerse diverse criticità soprattutto nei reparti di cure intensive e in quelli legati all’emergenza.

In particolar modo sono emerse situazioni limite nelle attività di sala operatoria che saranno certamente oggetto di approfondimento da parte dei dirigenti del Nursind

Questi momenti di pubblico confronto sono sempre auspicabili,” dichiara Marco Di Bartolo Segretario Aziendale Nursind del Policlinico Rodolico San Marco come NurSind,” e crediamo fermamente che la parola dei lavoratori debba essere sempre ascoltata e supportata. NurSind, come sempre, si farà portavoce delle istanze, delle proposte e del disagio che i lavoratori hanno espresso nelle assemblee.”  

The following two tabs change content below.

Emilio Benincasa

Infermiere presso U.O.C. Chirurgia Generale ARNAS Garibaldi Centro CT Dirigente sindacale NurSind. Da diversi anni impegnato nel Sindacato per il riconoscimento dei diritti della professione infermieristica e più in generale del lavoro e dei lavoratori. "QUALCUNO SI CREDE PIU' GRANDE DI TE SOLO PERCHE TU SEI IN GINOCCHIO: ALZATI !!" L.M. Prudhomme
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *